Slow Food Scandicci

Stiamo lavorando alla versione mobile

©2014-2017   |   P.IVA 05822750484
Ultimo mese Luglio 2017 Prossimo mese
D L M M G V S
week 26 1
week 27 2 3 4 5 6 7 8
week 28 9 10 11 12 13 14 15
week 29 16 17 18 19 20 21 22
week 30 23 24 25 26 27 28 29
week 31 30 31

Bistrot del Mondo
da Bobo all'Acciaiolo

Bistrot del Mondo Slow Food
Osteria Slow Food e primo Circolo della Fondazione Slow Food per la Biodiversità

» seguici su Facebook
» visita il nostro sito

Terra Madre Toscana

Visita il sito slowfoodtoscana.it/organizzazione per maggiori informazioni.

Terra Madre Toscana

Dal 2008, dopo quattro anni di dibattiti, esperienze, confronti con soggetti diversi ed estranei all’associazione, la dirigenza regionale di Slow Food Toscana matura la convinzione che la Rete di Terra Madre Toscana rappresenti il “progetto dei progetti”, quello che sta alla base di tutto il lavoro associativo regionale, e che 'fare rete', ovvero realizzare Terra Madre nei propri territori è fonte di nuove idee, progetti, volontà di intervenire sui fronti più disparati: una serie di processi virtuosi che tuttavia risultano lenti, raggiungendo importanti risultati soltanto passo dopo passo.

Per questo motivo con il passare degli anni la progettualità riferita alla Rete, appare sensibilmente ridotta nella quantità: ciò non è dovuto a rinunce, bensì alla consapevolezza nella necessità di concentrare maggiori risorse sui progetti dalla fisionomia già definita. Questo non significa smettere di sognare.

Nella nostra Condotta la Rete ha sempre avuto un ruolo di primo piano, basta andare a leggersi quello che è stato fatto con l’Ungheria piuttosto che con la Macedonia per capire l’importanza che riserviamo a questo argomento.

Grazie alla rete di Terra Madre Toscana, dal 2008 e a cadenza di 2 anni, giusto pochi giorni prima l’evento di Terra Madre e Salone del Gusto a Torino, arrivano nei territori toscani i rappresentanti di tanti territori del mondo con le loro storie, prodotti, battaglie ed energie per condividere il loro lavoro quotidiano le loro esperienze, i loro sogni.

Tra i nostri ospiti ricordiamo: i nostri amici ungheresi e la cara Olga che ha sempre cose nuove da raccontarci e poi le rappresentanti del presidio della confettura dei villaggi Sassoni dalla Romania, Juan Erasto Molina Urbina della comunità di San Cristobal in Chiapas con il progetto educativo della scuola del cacao di Palenque e Tefik ed i suoi amici dalla Macedonia con il presidio dei formaggi di alpeggio di Mavrovo Reka.